cattedrale-cremona-home_1

Tutto doveva essere armonico e armonioso come i diversi stili pittorici e architettonici che troviamo al suo interno e all’esterno.

Questo era il mio obiettivo: dal progetto alla realizzazione delle pagine statiche per verificare che tutto funzionasse.
Le domande che mi facevo e le cose che mi incuriosivano – da quando sono venuto a vivere vicinissimo a questa Piazza meravigliosa –  ho cercato di trasformarle in risposte semplici.
 *
Per tutti noi, per i turisti che vedevo smarriti sui loro telefoni nel cercare informazioni, per i più giovani, per chi deciderà di partire e venire di persona e per chi non ha la fortuna di entrare e visitare questo enorme patrimonio culturale e artistico che troviamo nei suoi quattro edifici.
*
Lo spessore di questo sito è dovuto ai contenuti spirituali e religiosi che aprono e accompagnano la navigazione. Non sono testi che troviamo sulle pubblicazioni, sono stati scritti ricercando il loro significato più profondo anche in riferimento alla loro collocazione, non sempre quella originale.
*
duomo-esterno-open
Su questa pagina dovrei ringraziare tutta la squadra che ha collaborato al risultato finale e che ho già citato nella pagina dei Credits. Ma almeno qui è doveroso scusarmi con Mauro Ranzani se ho usato qualche mia foto, in attesa delle sue definitive; con le traduttrici se ho tradotto qualche testo in attesa dei loro più corretti.
*
Per gli esperti: le foto meno belle e le traduzioni meno corrette le ho fatte io.
Le ho fatte perché potessimo pubblicarlo nel giorno della Festa dell’Assunzione di Maria, il 15 di agosto. Questa Cattedrale è infatti dedicata a Santa Maria Assunta.
*
Abbiamo lavorato tutti contro il tempo, chi per i testi e chi per le traduzioni (Grazie anche a Margherita per il tedesco del Battistero)dueper.net che ha seguito la parte di sviluppo software.
Anche con il sorriso pensando spesso all’aneddoto che mi raccontò una delle persone più vicine a tutto il progetto: uno dei custodi del Duomo ed amico Cristian Minuti, memore di quanto poté imparare dalla saggezza di un suo conoscente e Prelato che si esprimeva così  «Qui non abbiamo a che fare con il tempo ma con l’Eternità».
*
Buona visita