2018-pioracoustic

PiorAcoustic è un’associazione culturale che attraverso eventi musicali e mostre di liuteria porta le Marche a conoscenza di musicisti e appassionati in tutto il mondo.

Grazie anche ai chitarristi e musicisti di fama internazionale che hanno partecipato sin dalle prime edizioni: Alex de Grassi, Peter Finger, Woody Man, Pierre Bensusan, Roberto Gatto, Franco Moroni, Beppe Gambetta, Tim Williams, per citarne solo alcuni; oltre a famosi strumentisti, come Luca Colombo, che hanno tenuto clinics e dimostrazioni su strumenti a corda.

Pioraco è un posto pittoresco, nella parte dell’Appennino della provincia maceratese che confina con l’Umbria. Immerso in una gola selvaggia chiusa fra pareti rocciose con cascate suggestive. Famosa per la carta filigranata che dal 1264 ad oggi viene prodotta in cartiera. Purtroppo anche questo piccolo paese che ospitava il festival è rimasto ferito dal recente terremoto (si trova infatti a pochi km. da Camerino e da altri paesi colpiti) rendendo di fatto la location inagibile per la mostra e concerti.

 

Ma il Presidente di Pioracoustic, Danilo Vecchi, con i consiglieri ed organizzatori non si sono mai arresi. Nemmeno nella 7a edizione che è partita pochi giorni dopo la scossa del 24 agosto 2016.

 

Questo è il marchio che ho realizzato per l’edizione del 2018. I numeri che compongono la data si sono prestati per richiamare, oltre alla forma dello strumento protagonista, anche il simbolo della Regione Marche: il picchio. Una antichissima tradizione che narra di popolazioni Sabine che attraversarono l’Appennino seguendo un totem: cioè un animale-guida di cui venivano interpretati i movimenti per trarne indicazioni sulla direzione del viaggio. Seguendo il Picchio nacque la popolazione dei Piceni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Strumenti umani è invece la nuova rassegna dedicata alla musica classica e con questa iniziativa Pioracoustic propone una significativa selezione dei migliori interpreti del mondo della chitarra classica, comprese digressioni nel liuto rinascimentale fino alla chitarra elettrica. La direzione artistica è stata affidata a Giacomo Palazzesi.

Le location individuate, siano esse tradizionali o di apertura al tema del site specific contemporaneo, sono il Teatro La Rondinella di Montefano, la F.A.M Fabbrica Alberi Motori di Montefiore e la Chiesa della Madonna della Grotta di Pioraco.