scarponi2-min

Quando l’impresa diventa qualcosa di eroico.

Tasse, burocrazia, concorrenza sleale, sono ostacoli che una piccola e media azienda affronta quotidianamente.

Per competere servono strumenti adeguati anche per comunicare e per crescere.   Partiamo dal Marchio delle imprese: sì, lo ammetto, spesso mi piacciono i marchi datati disegnati dal fondatore che hanno traghettato l’azienda nel nuovo millennio. Alcuni sono molto riconoscibili, altri potrebbero essere aggiornati senza perderne l’identità. Il mio obiettivo, prima della fase creativa, è quello di approfondire la loro storia: cercare più di scoprire che di inventare. La progettazione di marchi e loghi, se parte dalle radici, resiste nel tempo. L’immagine deve rendere riconoscibili fra la miriade di simboli e pittogrammi che ci appaiono in rete. I siti web – poi – invecchiano più precocemente di un simbolo..!

Qualche azienda non ne sente il bisogno.

pubbliGrappa-min

Ho trovato recentemente una pagina pubblicitaria (non mia) che ho apprezzato per la schiettezza del messaggio.

Appartenere al Made in Italy, però, deve farci porre alcune domande. Tutte le società nel mondo della globalizzazione stanno perdendo la loro anima. La vostra azienda è riconoscibile come un’azienda italiana?  Anche prima di andare a leggere la storia sulla pagina “CHI SIAMO” del vostro sito?

Per me sarebbe un piacere enorme approfondirlo. Anche solo per incontrarci e parlarne.

 

 

 

 

Queste sono immagini di una campagna per una società di software in cui ho collaborato per il  video e nel restyling del marchio. Possiamo trovare insieme gli strumenti per affrontare le nuove sfide e, perché no… anche strumenti musicali! I tam tam non sono più sufficienti, ma sono ancora indispensabili.